logo-fringe-italia

La Ridiculosa Commedia della Terra Contesa RcTC

La storia narra di una terra abbandonata a se stessa di cui si prende cura un semplice contadino di nome Friariello, uomo umile senza pretese e senza ricchezze; protagonista indiscusso, assieme alla terra, dell’intera vicenda. La terra di cui si narra è il luogo dove si svolse la nota disfida di Barletta, essa è oggetto conteso di mire sia da parte del messer Pantalone fu La Motte, che del Dottor Graiano D’Asti. Il povero Friariello, soggiogato dai due, si vedrà ben presto privato della terra che ama e, da uomo libero, si ritroverà piegato alle volontà dei due potenti, Messer Pantalone e il Dottor Graiano. A complicare la vicenda, l’arrivo di Florenzia, figlia di Messer Fu La Motte, la quale, tornata da un viaggio in India, è in cerca del padre nella speranza di essere riaccolta in casa. Pantalone approfitterà dell’arrivo della figlia usandola come merce di scambio con il Dottor D’Asti per ottenere in cambio la proprietà indiscussa della terra contesa. La fanciulla alla notizia delle nozze, decide di fuggire, e Pantalone ingaggia proprio Friariello per poterla ritrovare. In quel momento però, giunge negli stessi luoghi, il Capitano Consalviño da Cordoba, inviato dal nonno Consalvo per decretare e attestare documento alla mano, che la proprietà della terra, spetta al discendente degli italiani coinvolti durante le Disfida di Barletta, e dunque a Friariello.

La Ridiculosa Commedia della Terra Contesa RcTC

La storia narra di una terra abbandonata a se stessa di cui si prende cura un semplice contadino di nome Friariello, uomo umile senza pretese e senza ricchezze; protagonista indiscusso, assieme alla terra, dell’intera vicenda. La terra di cui si narra è il luogo dove si svolse la nota disfida di Barletta, essa è oggetto conteso di mire sia da parte del messer Pantalone fu La Motte, che del Dottor Graiano D’Asti. Il povero Friariello, soggiogato dai due, si vedrà ben presto privato della terra che ama e, da uomo libero, si ritroverà piegato alle volontà dei due potenti, Messer Pantalone e il Dottor Graiano. A complicare la vicenda, l’arrivo di Florenzia, figlia di Messer Fu La Motte, la quale, tornata da un viaggio in India, è in cerca del padre nella speranza di essere riaccolta in casa. Pantalone approfitterà dell’arrivo della figlia usandola come merce di scambio con il Dottor D’Asti per ottenere in cambio la proprietà indiscussa della terra contesa. La fanciulla alla notizia delle nozze, decide di fuggire, e Pantalone ingaggia proprio Friariello per poterla ritrovare. In quel momento però, giunge negli stessi luoghi, il Capitano Consalviño da Cordoba, inviato dal nonno Consalvo per decretare e attestare documento alla mano, che la proprietà della terra, spetta al discendente degli italiani coinvolti durante le Disfida di Barletta, e dunque a Friariello.

Compagnia Teatrale
I Nuovi Scalzi
di
Barletta

Presentazione del Progetto
Riteniamo importante mantenere viva la memoria delle nostre tradizioni locali e nazionali, rielaborarle e ricontestualizzare la tradizione nel contemporaneo. Ciò che si narra è frutto di un lavoro creativo e di fantasia. I fatti storici sono solo di richiamo durante lo spettacolo, adoperati come contorno e preludio della storia e delle vicende dei nostri personaggi, che in questo caso sono i discendenti di alcuni dei protagonisti del romanzo cavalleresco di M. D’Azeglio.

Autore
Nuovi Scalzi/Claudio De Maglio

Regia
Nuovi Scalzi

Attori
Savino Italiano, Olga Mascolo, Ivano Picciallo, Piergiorgio Maria Savarese

Numero di Attori
4

Durata
50

Genere
Teatro

CONTATTA LO SPETTACOLO

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La Ridiculosa Commedia della Terra Contesa RcTC”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi