logo-fringe-italia

Iagonia Rivisitazione Grottesca Dell’Otello

In un’ambientazione grottesca, buffoni allegorici muovono i loro passi a raccontarci il dramma shakespeariano della gelosia. Sulle fragilità e ipocrisie umane si concentra l’invettiva del Buffone che, leggendo la storia di Otello attraverso ritmi e contro-ritmi, parodie e primo grado, mostrerà dove possono
portare i lati oscuri dell’animo umano.
E’ questo uno spettacolo dalle tinte forti, gelosia, sospetto, passione, intrigo, sete di potere e dalla grande carica di ironia ed emotività .
Lo stile teatrale utilizzato è quello de “I Buffoni Medievali”: gli emarginati, gli esclusi, i ghettizzati che accusano la società dall’ “alto” della loro deformazione. La deformazione fisica (pance, gobbe, grandi natiche, nani, etc.) è scudo ed arma per attaccare una società deformata nell’anima. L’intero corpo diventa maschera, non vi è conflitto tra Buffone e Deriso,
perché socialmente il buffone è un “pazzo”, così il “Buffone del Re” lungi dall’essere realmente pazzo, può dire tutte le verità. Con il corpo di un Buffone, colui che si burla, può prendere la parola e dire cose
inaudite, deridendo persino “l’inderisibile”.
Attraverso l’alternanza di prosa e coreografie allegoriche i Buffoni, rivivendo il dramma più bello del Periodo Nero” di W. Shakespeare, ridisegnano sulla scena il piano astuto di Iago, vittima o carnefice,
scrivendo, così, la trama di una vicenda che sfocerà in tragedia. Desdemona, Otello, Cassio ed Emilia diventeranno burattini i cui fili vengono manovrati dalla follia lucida di un uomo in preda alla gelosia.

Lo spettacolo ha debuttato il 19 20 21 dicembre 2005 nell’Auditorium “PioX” di Catanzaro, in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti, e gli Assessorati alla Cultura della Provincia e del Comune di
Catanzaro. Lo spettacolo ha continuato la sua tournee (oltre 100 repliche) nella provincia di Roma per tutto il 2006 nelle le scuole medie e superiori di ROMA.
Selezionato per la rassegna dei TEATRI DI MAGGIO 2006 del TEATRO POLITEAMA di CATANZARO
lo spettacolo è stato ripreso nel 2012/2013 ed è stato inserito in varie stagioni delle residenze calabresi

Iagonia Rivisitazione Grottesca Dell'Otello

In un’ambientazione grottesca, buffoni allegorici muovono i loro passi a raccontarci il dramma shakespeariano della gelosia. Sulle fragilità e ipocrisie umane si concentra l’invettiva del Buffone che, leggendo la storia di Otello attraverso ritmi e contro-ritmi, parodie e primo grado, mostrerà dove possono portare i lati oscuri dell’animo umano. E’ questo uno spettacolo dalle tinte forti, gelosia, sospetto, passione, intrigo, sete di potere e dalla grande carica di ironia ed emotività . Lo stile teatrale utilizzato è quello de “I Buffoni Medievali”: gli emarginati, gli esclusi, i ghettizzati che accusano la società dall’ “alto” della loro deformazione. La deformazione fisica (pance, gobbe, grandi natiche, nani, etc.) è scudo ed arma per attaccare una società deformata nell’anima. L’intero corpo diventa maschera, non vi è conflitto tra Buffone e Deriso, perché socialmente il buffone è un “pazzo”, così il “Buffone del Re” lungi dall’essere realmente pazzo, può dire tutte le verità. Con il corpo di un Buffone, colui che si burla, può prendere la parola e dire cose inaudite, deridendo persino “l’inderisibile”. Attraverso l’alternanza di prosa e coreografie allegoriche i Buffoni, rivivendo il dramma più bello del Periodo Nero” di W. Shakespeare, ridisegnano sulla scena il piano astuto di Iago, vittima o carnefice, scrivendo, così, la trama di una vicenda che sfocerà in tragedia. Desdemona, Otello, Cassio ed Emilia diventeranno burattini i cui fili vengono manovrati dalla follia lucida di un uomo in preda alla gelosia. Lo spettacolo ha debuttato il 19 20 21 dicembre 2005 nell’Auditorium “PioX” di Catanzaro, in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti, e gli Assessorati alla Cultura della Provincia e del Comune di Catanzaro. Lo spettacolo ha continuato la sua tournee (oltre 100 repliche) nella provincia di Roma per tutto il 2006 nelle le scuole medie e superiori di ROMA. Selezionato per la rassegna dei TEATRI DI MAGGIO 2006 del TEATRO POLITEAMA di CATANZARO lo spettacolo è stato ripreso nel 2012/2013 ed è stato inserito in varie stagioni delle residenze calabresi

Compagnia Teatrale
OFFICINA TEATRALE
di
catanzaro

Autore
giovanni carpanzano

Regia
giovanni carpanzano

Scenografia
michele seminara

Musiche

Coreografia
giovanni carpanzano

Costumi
michele seminara

Numero di Attori
8

Durata
50

Genere
dramma

CONTATTA LO SPETTACOLO

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Iagonia Rivisitazione Grottesca Dell’Otello”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi